Aste immobiliari ecco le nuove regole!

Come adeguarsi alle nuove regole telematiche.

La legge e’ in vigore da un po’ di mesi,ma si sa in Italia si fanno deroghe e nulla cambia.
Da aprile 2018 dovrebbe essere la volta buona( dipende dai punti di vista).
Le aste non saranno piu’ come le ricordiamo da decenni dove ti siedi in Tribunale e inizi a fare le tue offerte guardando negli occhi i tuoi “avversari”.
Uno “tsunami” sta per cambiare tutto.
Asta con incanto e senza incanto saranno sostituite da nuovi termini e non sara’ possibile piu’ partecipare dal vivo ad ‘asta,ma tutto sara’ telematico.Una specie di “poker on line” dove i vantaggi al momento sono veramente difficili da trovare.
Vediamo come cambiera’ da aprile la partecipazione ad un’asta immobiliare.

Partiamo dalle novita’.
La nuova legge e’ nata con l’obiettivo di velocizzare le vendite giudiziarie e di dare la possibilita’ a chi non abita nella zona dove si terra’ l’asta di poter partecipare ugualmente (in ogni parte del mondo) ad un’asta immobiliare tramite offerta telematica.

Il sito ufficiale e’ questo https://pvp.giustizia.it/pvp/it/homepage.page.
La cosa e’ positiva da un lato,ma forse non si e’ pensato alle numerose persone che non hanno ancora grandi capacita’ di usare la rete e che abitano in zone dove la connessione e’ scarsa.

Non solo chi partecipera’ all’asta tramite il sito ufficiale in caso di caduta di connessione,corrente,batteria ecc non potra’ fare piu’ offerte durante la vendita on line salvo scoprire solo dopo come e’ andata a finire la vendita.

SIAMO IN COSTA AZZURRA!!!ISCRIVITI AL WEBINAR FREE PER CONOSCERE LE ASTE IN COSTA AZZURRA

Occorre quindi conoscere bene come crearsi un account per partecipare e come versare tramite bonifico la cauzione per partecipare all’incanto.
Documenti di identita’ ,firma di presa visione della perizia e altre formalita’ dovranno essere tutte fatte on line da aprile.
Servira’ anche una Pec e probabile la firma digitale.

Ora mi viene da pensare a chi non e’ del settore e magari non pratico di Pec,internet e firma digitale come potra’ partecipare ad un’asta on line ed essere sicuro di non aver fatto pasticci?

Ci sara’ da guadagnare per le nuove figure professionali  che penseranno al tuo posto a crearti tutto il necessario per partecipare ad un’asta  a caro “prezzo”( consulenza).

Grandi vantaggi indubbiamente ci saranno da aprile 2018 per gli investitori immobiliari che si saranno preparati per bene e conosceranno a memoria i passaggi da compiere per partecipare on line.

Infatti la concorrenza dovrebbe essere azzerata per via della scarsa predisposizione della gente ad aggiornarsi o a digerire le nuove regole.

Se da un lato la legge e’ nata per aumentare i numeri dall’altro per pochi mesi potrebbe esserci un calo delle transazioni.

Le vendite all’asta con la nuova legge saranno:

  • Sincrona :Potrai fare rilanci come nel vecchio metodo ( ma on line questa volta),ma ci dovra’ essere la presenza sempre “live” del giudice e degli altri offerenti.In poche parole invece di trovarti in tribunale con altri partecipanti sarai a casa seduto sul divano a fare rilanci se lo riterrai opportuno.
  • Asincrona :Potrai fare rilanci senza la presenza di tutti i partecipanti in simultanea,ma con tempistiche diverse.L’asta non si chiude il giorno stesso e puo’ durare molte settimane.
  • Sincrona Mista:Un mix delle 2 tecniche appena descritte.

Come vedi ci sono diverse situazioni totalmente nuove.

Anche noi addetti ai lavori stiamo ogni giorno scoprendo nuove cose e mano mano ci aggiorniamo.

Di positivo c’e’ che puoi partecipare ad ‘asta senza doverti recare in Tribunale e puoi anche acquistare un immobile a 1000 km di distanza senza spostarti(ma anche senza vederlo ovviamente).

Di negativo c’e’ la poca chiarezza al momento su come saranno le prossime aste( sincrona ,asincrona o mista) e anche il fatto di dipendere da una connessione stabile al momento della partecipazione all’asta sincrona.

In ogni caso se sei investitore immobiliare puoi sfruttare questo “caos” e aggiornarti per bene perche’ probabilmente troverai molte aste senza partecipanti i primi mesi e quindi scarsa concorrenza.

Dovrai quindi essere un bravo investitore,ma anche conoscere bene come funziona il nuovo portale e saper leggere bene le comunicazioni delle vendite di volta in volta.

Buon business da Franco